PROGETTI ANS 2013

“Un percorso di mutuo aiuto per le famiglie

di persone con disabilità sensoriale”

anno 2012-2013

E’ in dirittura d’arrivo il progetto “Un percorso di mutuo aiuto per le famiglie di persone con disabilità sensoriale” promosso dall’Ass.Naz.Subvedenti Onlus in qualità di capofila in partnership con Retina Italia Onlus, A.l.f.a. Onlus, Aforisma e R.P. Italia Lombardia Onlus e cofinanziato dal Bando Regionale DGR 28/7/2011 n. 2055.

 

Obiettivo generale del progetto è potenziare le risorse familiari, attraverso una reale condivisione di esperienze e competenze, affinché le famiglie di persone con disabilità sensoriale possano acquisire la consapevolezza non solo delle proprie criticità, soprattutto dei propri punti di forza e divenire una realtà di mutuo aiuto sociale.

Nella sua realizzazione il percorso di “mutuo aiuto” è stato suddiviso in quattro fasi.

La prima fase di testimonianza “Le famiglie dei disabili sensoriali si raccontano”: sotto la guida di un Gruppo di Coordinamento, nei due incontri avvenuti nel mese di maggio 2012 hanno coinvolto il gruppo di famiglie “storiche” che attraverso il racconto del loro vissuto ha potuto mettere in evidenza nodi critici, bisogni insoddisfatti ma anche e soprattutto i problemi risolti.

 

La seconda fase definita “riflessione”: il Gruppo di Coordinamento attraverso 4 incontri, avvenuti nei mesi di giugno e luglio 2012, si è dedicato all’elaborazione delle riflessioni emerse dai racconti delle “famiglie storiche” per trarne spunto, in modo da intercettare i bisogni che contraddistinguono le varie fasi della vita delle persone con disabilità sensoriale e dei loro familiari. Quest’elaborazione ha dato vita ad un questionario anonimo da distribuire ad un campione significativo di famiglie sia dentro che fuori le Associazioni.

 

La terza fase definita “coinvolgimento”: attraverso la distribuzione del questionario conoscitivo e la sua compilazione si è cercato di far partecipare nuove famiglie di persone con disabilità sensoriale di varie età ad un’indagine sulla rilevazione dei loro bisogni. L’organizzazione per la distribuzione e la successiva elaborazione dei dati raccolti si è articolata attraverso quattro incontri con cadenza mensile da settembre a dicembre 2012, del Gruppo di Coordinamento.

 

La quarta fase definita “attivazione del gruppo di mutuo aiuto”: il Gruppo di Coordinamento ha organizzato 4 incontri, nei mesi da gennaio a marzo 2013, ai quali hanno partecipato le famiglie che hanno compilato il questionario e manifestato l’interesse a partecipare a questa fase insieme alle famiglie storiche. Il gruppo di mutuo aiuto così formato sarà in primis un sostegno reciproco con modalità “alla pari” e insieme uno stimolo per l’attivazione di una presa in carico precoce ed individualizzata della persona con disabilità sensoriale.

 

 

 

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.